A Boston la pioggia rende immortali i grandi poeti del passato

Posted in , , ,

A Boston, una delle città più piovose del East Coast,  un gruppo di artisti locali ha “dipinto” delle poesie sui marciapiedi di cemento utilizzando uno spray biodegradabile e idrorepellente, in grado di diventare invisibile una volta asciutto.

raining-poetry-spry-invisibile

L’esperimento, opportunamente intitolato “Raining Poetry”, vuole rallegrare e incuriosire i cittadini della metropoli durante la loro quotidianità. Ogni volta che piove, infatti, il cemento grigio dei marciapiedi bagnandosi si scurisce, facendo comparire inaspettate poesie.

raining-poetry-spry-idrorepellente

Grazie ad una partnership tra il Comune e il collettivo Mass Poetry, che sostiene la comunità di poesia del Massachusetts, gli scrosci sulla città si trasformano in un progetto di poesia nascosta che ha l’obiettivo di valorizzare, attraverso la cultura, le giornate piovose. Infatti, il direttore del programma, Sara Siegel, ha affermato: ”Vogliamo portare la poesia alla gente e questo è un modo divertente ed eccentrico per farlo”.

raining-poetry-spry-idrorepellente

In una giornata di sole, le lettere disegnate con gli stancil rimangono invisibili, ma, una volta che la pioggia bagna il marciapiede, i versi di grandi poeti famosi si rivelano ai passanti. I residenti, così, hanno potuto “inciampare” sulle poesie senza titolo di Barbara Helfgott Hyett e di Gary Duehr. Fuori dalla Hyde Park Library, i pedoni si sono imbattuti in “Water” di Elizabeth McKim. Mentre, in Dudley Square, le parole di Langston Hughes “Still Here” gridano dal marciapiede.

Inoltre, anche se lo spray biodegradabile svanisce in sei-otto settimane, il collettivo di Boston spera di installare nuove poesie in diverse aree della città, introducendo anche versi celebri in altre lingue. Quale modo migliore per onorare i grandi della letteratura se non guardando le loro parole come cura per un giorno cupo?

L’incredibile video dimostrativo realizzato dal collettivo Mass Poetry.