Adidas presenta le Trainer realizzate con plastica riciclata dagli oceani

Posted in , , ,

Adidas, in collaborazione con Parley for the Oceans, ha presentato le “Ocean Plastic Trainer” un modello di scarpe da ginnastica realizzate con un filamento derivato dalle plastiche riciclate dai rifiuti negli oceani.

adidas-parley-plastica-riciclata-oceani

Questa scarpa da corsa è stata realizzata per Adidas dal designer britannico Alexander Taylor ed è stata presentata per la prima volta durante un evento di Parley for the Oceans, un’iniziativa che ha lo scopo di incoraggiare i creativi a riutilizzare i rifiuti dell’oceano per aumentare la consapevolezza su un problema ambientale in costante crescita.

adidas-recupero-plastica-oceani

Taylor, in collaborazione con Parley e Adidas, ha deciso di realizzare le scarpe attraverso il processo di produzione standard utilizzato dal marchio, sostituendo, però, i filati con fibre a base di reti in plastica ottenute dai rifiuti e dalle reti da pesca gettati negli oceani. “In questo modo – afferma Taylor –  non vi è alcun motivo per cui materiali con caratteristiche simili a quelle che utilizziamo ogni giorno con i processi di produzione convenzionali, non possano essere semplicemente sostituiti da materiali plastici derivanti dall’oceano“.

La società ha prototipato quest’idea la scorsa estate, ma non era esattamente “ready-to-wear”. Tuttavia oggi Adidas ne sta rilasciando un’edizione limitata; 50 coppie di una nuova versione “migliorata” in grado di soddisfare tutti gli standard. L’unico materiale vergine nella calzatura è il poliuretano termoplastico; la tomaia, invece, è interamente realizzata in plastica riciclata, composta da circa 16,5 vecchie bottiglie e 13 grammi di plastica recuperati da reti da pesca.

 

Adida-scarpe-plastica-riciclata             Adida-scarpe-plastica-riciclata

La scarpa è costituita da due tipi di plastica riciclata: la PET, più comunemente utilizzata per le bottiglie d’acqua, e il nylon delle reti da pesca. PET è relativamente morbida, più facile da sciogliere e in grado di reincarnarsi in fibre, le reti da pesca, invece, sono state dure da manipolare.

Adidas ha rivelato i disegni nel corso di una conferenza dal titolo “Oceani. Clima. Vita“, ospitata presso la sede delle Nazioni Unite a New York, prevedendo di lanciare questo concept come parte di una più ampia gamma di abbigliamento sportivo. Il marchio ha anche annunciato la sua intenzione di sensibilizzazione sullo stato dei mari attraverso una collezione sostenibile, realizzata con rifiuti bonificati.

Dall’altro lato, il piano di Cyrill Gutsch, fondatore di Parley, consiste nel raccogliere la plastica da spiagge e oceani e riciclarla in nuovi materiali per poi venderli ad aziende creative. L’obiettivo è quello di trovare un modo efficace per comunicare ai consumatori l’urgenza che circonda gli oceani del mondo. Gutsch ha deciso, quindi, che la sua azienda avesse bisogno di un ambasciatore: la plastica. La plastica è tangibile, visiva ed è più facile da quantificare rispetto, ad esempio, alle emissioni di carbonio.