Aerei al riparo dai rischi del ghiaccio grazie a un materiale biomimetico

Posted in , ,

Un nuovo materiale ispirato agli insetti protegge gli aerei dal ghiaccio imitando il guscio di un coleottero che vive in uno dei luoghi più caldi del mondo: il deserto della Namibia.

coleottero della namibia

Negli Stati Uniti, più precisamente presso l’Istituto di Tecnologia della Virginia, è stato sviluppato un materiale innovativo in grado di attirare l’acqua immagazzinandola su una superficie idrorepellente.

I ricercatori hanno svelato il segreto del materiale sulla rivista Scientific Reports, dove si legge che il materiale riesce a catturare l’acqua proprio grazie alle minuscole strutture disegnate sulla sua superficie simili a quelle presenti sul guscio dei coleotteri, che riesce a sopravvivere raccogliendo l’acqua dall’umidità dell’aria quando è in volo. Il principale risultato ottenuto dalla ricerca, quindi, consiste nel constatare che è possibile attirare l’acqua su un materiale in modo controllato.

I coleotteri presentano un guscio irregolare, costituito da piccole punte che attraggono le gocce d’acqua e piccoli canali lisci, grazie ai quali l’acqua scivola, arrivando direttamente nella bocca dell’insetto.

Dunque, anche se può sembrare ironico che un insetto che vive in un deserto caldo e secco sia stato la fonte d’ispirazione per una scoperta relativa al ghiaccio, così è stato. I ricercatori hanno creato una piccola superficie di questo materiale, larga circa un centimetro, con la certezza che questo poi potrà essere riprodotto su scala più grande.

“Mantenere una superficie secca o evitare che si congeli è costoso e richiede molta energia” ha dichiarato Patrick Collier, dell’Oak Ridge National Laboratory, che ha collaborato alla ricerca. “Ecco perché – ha aggiunto – stiamo prestando molta attenzione alle tecniche per evitare la formazione della condensa e del ghiaccio”.