Bottle-up, un progetto di recycling tra Zanzibar e Olanda

Posted in , , , , ,

bottle-up terrazzo vetro riciclato

 

L’intuizione arriva proprio da un angolo di paradiso immerso nelle acque dell’Oceano Indiano di fronte alle coste dell’Africa orientale, una meta da sogno in cui il turismo ha raggiunto un aumento esponenziale, lasciando sull’isola enormi quantità di vetro che gli abitanti di Zanzibar non sono in grado di riciclare.

Da questa problematica, dunque, nel 2015 è nato il progetto di recycling Bottle-up, in collaborazione con diversi studi di design olandesi: Sophie Mensen e Oskar Peet di Os&Oos, Tom van Soest e Ward Massa di Stonecycling, Pim van Baarsen e Luc van Hoeckel di Superlocal e Klaas Kuiken dell’omonimo Studio. Elizabeth Van Doorne, promotrice dell’iniziativa, ha spiegato che “Serviva un’idea, non solo per poter smaltire il vetro ma anche per creare lavoro sfruttando la tradizione artigianale degli isolani”.

Il progetto è andato avanti negli anni portando grandi risultati: quest’anno, infatti, sono stati presentati alla Dutch Design Week, una serie di coloratissimi articoli per la casa (tra cui una panca, un tavolo, un piatto e un vaso) in terrazzo, un materiale storico, solitamente composto da granulati di marmo e pietre legate da calce o cemento.

La sfida iniziale era quella di creare oggetti di design con bottiglie di vetro riciclato e materiali locali, come cocco, legno e foglie di palma, tenendo conto anche delle tradizioni artigianali locali e della tecnologia limitata. In questo caso, il vetro di scarto è stato utilizzato per produrre una collezione di mobili e oggetti in terrazzo sostenibile, soprattutto grazie alla collaborazione tra gli artigiani e lo studio olandese Super Local.

 

bottle-up terrazzo vetro riciclato

Bottle-Up mostra come la spazzatura di Zanzibar possa essere trasformata in mobili, accessori e materiali da costruzione, piuttosto che andare in discarica. Prima non esisteva uno schema di riciclaggio per l’enorme quantità di bottiglie di vetro gettate via da un’industria del turismo in forte espansione. I progettisti volevano trovare un modo più attraente per riutilizzare i rifiuti, dunque hanno pensato ad un terrazzo prodotto utilizzando il vetro riciclato. “È difficile creare prodotti belli con vetri rotti o sporchi“, ha affermato Van Baarsen in un’intervista a Dezeen, “È così che è nato il nostro terrazzo: abbiamo mescolato i frammenti di vetro con il cemento“.

Questa collezione, denominata Trending Terrazzo, viene prodotta e venduta esclusivamente sull’isola di Zanzibar, con l’obiettivo di creare qualcosa che possa essere davvero utile ai locali. Per l’ultima fase del progetto, la designer olandese Lou van Reemst ha scoperto un tipo di cemento calcareo che non si deteriora se mescolato con il vetro. Ciò si traduce in un materiale terrazzo più forte, utilizzabile anche per creare blocchi di costruzione. Dunque, i potenziali usi degli sprechi di Zanzibar, come ha dichiarato Van Baarsen, vanno ben oltre i piccoli oggetti di design: attualmente, infatti, i costruttori locali sono costretti a importare sabbia dall’Australia, perché la sabbia naturale dell’isola è troppo morbida per essere utilizzata come materiale da costruzione. Ma, allo stesso tempo, è possibile creare una sabbia più “utilizzabile” semplicemente schiacciando il vetro di scarto. Questo è solo un esempio di come un semplice cambiamento nella Supply Chain delle costruzioni, potrebbe avere un effetto estremamente positivo sull’intera isola.

 

bottle-up terrazzo vetro riciclato