Buga Fibre Pavilion 2019

BUGA FIBRE PAVILION 2019

[©(c)Roland Halbe; Veroeffentlichung nur gegen Honorar, Urhebervermerk und Beleg / Copyrightpermission required for reproduction, Photocredit: Roland Halbe]

 

In natura la maggior parte delle strutture portanti sono compositi di fibre, ad esempio sono realizzati in fibre la cellulosa, chitina o collagene. Sistemi compositi in fibra altamente adattati al carico e quindi altamente differenziati.

Questo Padiglione trasferisce un principio che si trova in natura nei compositi, progettati dall’uomo e utilizzati per la sua realizzazione. I compositi, come ad esempio le plastiche rinforzate con fibre di vetro o di carbonio che sono state utilizzate per questo edificio, sono ideali per un tale approccio perché condividono le loro caratteristiche fondamentali con i compositi naturali.

Il BUGA Fiber Pavilion è frutto di una lunga ricerca biomimetica in architettura presso l’Institute for Computational Design and Construction (ICD) e l’Istituto per le strutture edilizie e la progettazione strutturale (ITKE) presso l’Università di Stoccarda. Il Padiglione è inserito all’interno del paesaggio sinuoso del parco Bundesgartenschau a Heillbronn in Germania.

 

BUGA FIBRE PAVILION 2019

[©(c)Roland Halbe; Veroeffentlichung nur gegen Honorar, Urhebervermerk und Beleg / Copyrightpermission required for reproduction, Photocredit: Roland Halbe]

Il BUGA Fiber Pavilion copre una superficie di circa 400 metri quadrati e vuole dimostrare come i principi costruttivi presenti in natura uniti alle tecnologie computazionali, permettano di sviluppare un sistema costruttivo digitale e innovativo. La struttura portante è realizzata da 60 componenti in fibra compositi, riuscendo a risultare estremamente leggera, infatti la struttura risulta cinque volte più leggera dell’acciaio. Inoltre attraverso le procedure di collaudo, necessarie per l’approvazione del Padiglione, si è dimostrato che un singolo componente fibroso può assorbire fino a 250 chili di forza di compressione, che equivale a circa 25 tonnellate.

La struttura portante del padiglione è prodotta roboticamente, oltre 150.000 metri di fibre di vetro e carbonio sono progettate e posizionate individualmente, il che sarebbe molto difficile da ottenere con le tecnologie di produzione consolidate. Infatti la realizzazione di questo tipo di strutture richiede un nuovo approccio di co-progettazione tra diverse discipline, in cui la progettazione architettonica, l’ingegneria strutturale e la fabbricazione robotica che sono in continuo dialogo tra loro.

 

 

BUGA FIBRE PAVILION 2019

BUGA FIBRE PAVILION 2019