Cemento flessibile per la pavimentazione delle strade

Posted in , , , ,

 

La NTU inventa un nuovo cemento flessibile per la pavimentazione delle strade

 

Nel centro innovazioni industriali della Nayang Technological University (NTU), a Singapore, è stato di recente inventato un nuovo tipo cemento chiamato “ConFlexPave”: è flessibile, forte e duraturo rispetto ad un normale cemento pesante, fragile e poco adatto a reggere sotto pressione.

cemento flessibile
Questa innovazione permette la creazione di lastre di pavimentazione  prefabbricate molto  sottili, pronte per un’installazione rapida, in grado di dimezzare il tempo necessario per lavori stradali e per la costruzione di nuovi marciapiedi. Inoltre, si tratta di un cemento più sostenibile, poichè richiede una minore manutenzione.

Il professor Chu Jian, Co-Direttore del NTU-JTC, ha dichiarato a riguardo: “Abbiamo sviluppato un nuovo tipo di cemento che può ridurre notevolmente lo spessore e il peso delle lastre di pavimentazione in calcestruzzo, permettendo quindi l’installazione plug-and-play, dove nuove lastre di cemento preparate off-site possono facilmente sostituire quelle usurate già presenti“.

cemento flessibile

Il Signor Koh Chwee, Direttore dei Servizi Tecnici Divisione di JTC e Co-Direttore del I3C NTU-JTC, ha affermato che l’invenzione di questa tecnologia cambierà le carte in regola: non solo consentirà all’industria delle costruzioni di ridurre il lavoro sui cantieri, ma migliorerà anche la sicurezza dei lavoratori riducendo i tempi di costruzione; questo andrà anche a beneficio degli utenti della strada, diminuendo il disagio causato dal rifacimento del manto stradale per i lavori di costruzione. “Attraverso collaborazioni con università come NTU nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie rivoluzionarie, JTC punta a diventare pioniere di soluzioni per l’infrastruttura industriale all’avanguardia per affrontare nuove sfide. Faremo di tutto per continuare a testare questo materiale e in caso di successo, implementare queste nuove soluzioni”, ha aggiunto Koh.

La classica combinazione di elementi per produrre il cemento comprende calcestruzzo, acqua, ghiaia e sabbia. Questa è la miscela che rende il cemento resistente, concreto e forte, a discapito della flessibilità. Così, da un altro punto di vista, il cemento risulta fragile e soggetto a rotture se si applica troppo peso.

ConFlexPave, invece, è specificamente progettato  per avere certi tipi di materiali duri miscelati con microfibre di polimero. L’inclusione di queste fibre sintetiche speciali, oltre a consentire al cemento di flettersi e piegarsi in tensione, migliora anche la resistenza allo slittamento.
Infine, la svolta chiave è stata capire come i componenti dei materiali interagiscono tra loro meccanicamente a livello microscopico, afferma il professor Yang En-Hua dalla Facoltà di Ingegneria Civile e Ambientale della NTU che ha guidato questa ricerca alla NTU-JTC I³C.