ECOALF presenta “Shao”, le sneakers prodotte a partire da alghe e plastica riciclata

Posted in ,

ECOALF, brand spagnolo di abbigliamento nato nel 2009, si propone di trasformare rifiuti come reti da pesca, bottiglie di plastica, ruote e persino residui di caffè, in tessuti di prima qualità e, successivamente, in capi firmati. Lo stesso Presidente e Fondatore, Javier Goyeneche, afferma sul sito ufficiale del brand che “ECOALF simboleggia un nuovo marchio di moda in grado di realizzare vestiti, scarpe e accessori interamente costituiti da materiali riciclati, che mantengono le stesse qualità e proprietà tecniche dei migliori prodotti presenti sul mercato”.

Image by Deezen

 

In particolare il brand ha recentemente sviluppato una nuova collezione di calzature, le sneakers “Shao”, interamente composte da rifiuti riciclati, recuperati da fiumi e oceani.

Per la precisione, ogni paio di scarpe viene realizzato attraverso il riciclo di 5 bottiglie di plastica recuperate dal Mar Mediterraneo. Questa plastica di scarto, poi, viene trasformata in un filato utilizzato per creare una suola in maglia nera in grado di adattarsi perfettamente ai movimenti di chi le indossa. La suola esterna, invece, è costituita da un particolare tipo di alga che cresce in eccesso in laghi e fiumi. Ecoalf ha trasformato queste alghe in una “schiuma flessibile” che consente un facile movimento, a beneficio dell’ambiente.

 

Image by Deezen

 

Una scarpa che vuole bene all’oceano, dunque, prodotta con alghe e materiale plastico recuperato dai fondali marini. Lo stesso brand ha raccontato in un’intervista a Dezeen: “La scarpa ha un design minimale, senza fronzoli, il che significa che può essere prodotta in serie senza creare alcun danno all’ambiente. Il processo è “zero rifiuti”: usiamo solo due materiali, non ci sono né lacci né soletta e stampiamo la nostra etichetta per evitare l’utilizzo di tessuti aggiuntivi, il tutto senza compromettere il design”.

 

Image by Ecoalf

ECOALF, per rendere possibile tutto questo, collabora con dei pescatori spagnoli grazie ai quali recupera i rifiuti lungo le coste del Mediterraneo. Una collaborazione nata ad Alicante nel 2015, che oggi si è ampliata andando a toccare 52 porti, per un totale di oltre 3.000 persone coinvolte e 250 tonnellate di plastica già riciclata. Tutto questo fa parte di un progetto a lungo termine chiamato “Upcycling the Oceans”.

Una volta che abbiamo i rifiuti classificati per categorie – ha spiegato ECOALF – conserviamo le bottiglie di plastica mentre tutto il resto confluisce in un impianto di riciclaggio. Per la plastica eseguiamo un controllo di qualità e, una volta pulita, la scomponiamo e riduciamo in polimeri. Successivamente, utilizziamo questa materia prima per creare filati per un’ampia gamma di tessuti”.

 

 

Le sneakers “Shao” verranno lanciate a settembre 2018, come parte della nuova collezione di calzature “Ocean Waste” di ECOALF.