Fish Skin: un nuovo lusso sostenibile

Posted in , ,

Il designer brasiliano Oskar Metsavaht ha sviluppato un materiale derivante dalle pelli di pesce Pirarucu come alternativa alla tradizionale pelle bovina. Il pesce Pirarucu (Arapaima gigas) vive nei laghi amazzonici ed è una delle principali fonti di nutrimento per le popolazioni locali, che solitamente scartano le pelli dopo averlo mangiato.

Durante uno dei suoi primi viaggi nella foresta amazzonica, Oskar è venuto a conoscenza di questo pesce; alcuni anni dopo, una conceria che utilizza solo tecniche sostenibili, ha mostrato al progettista un processo per trasformare la pelle del pesce in pelle e da qui è nata l’idea di Fish Skin. Il materiale è fatto a mano da artigiani locali, quindi genera posti di lavoro e reddito extra per i pescatori e le loro famiglie che, invece di vendere solo la carne del pesce, possono vendere anche la pelle.

Nella regione ci sono diversi allevamenti di Pirarucu e la crescita è controllata dall’Istituto Brasiliano per l’Ambiente e le Risorse Naturali Rinnovabili (IBAMA). Osklen, il brand fondato da Metsavaht con una serie di capi prêt-à-porter e accessori, acquista le pelli di pesce esclusivamente da comunità che lavorano a fianco di attività di pesca gestite in modo sostenibile, dove i pesci possono essere catturati solo quando raggiungono una certa dimensione (almeno 1,5 metri); inoltre solo il 20% delle specie può essere prelevato da ciascun lago.

“Il pensiero contemporaneo in termini di conservazione delle foreste è essenziale per consentire alle persone che vivono lì di avere sia uno stile di vita sostenibile senza sfruttare l’Amazzonia stessa”, ha detto Osklen.

Il progettista ha sviluppato il materiale di pelle di pesce come alternativa alla tradizionale pelle di bovino non solo per utilizzare un materiale che fino ad oggi andava buttato ma anche perché l’allevamento di bovini è una delle maggiori cause di deforestazione nella foresta pluviale amazzonica. Inoltre la pelle del Pirarucu è anche più resistente della pelle bovina, nonostante sia più sottile e più morbida, ed è quindi particolarmente adatta per i prodotti che vengono utilizzati a lungo.

Realizzare questo materiale è un processo molto costoso, a partire dalle pratiche sostenibili per l’allevamento del pesce in Amazzonia, allo specifico e delicato processo di concia e alla sua fabbricazione artigianale. Ecco perché gli accessori realizzati in questo modo sono unici ed esclusivi: l’azienda li definisce un nuovo lusso.

Secondo Metsavaht, la pelle del pesce era difficile da vendere all’inizio, in quanto non attraente per tutti i consumatori. L’azienda afferma di essere riuscita ad incrementare le vendite perché sono stati in grado di comunicare la sostenibilità del prodotto.

Non è stato facile raggiungere la perfezione con una pelle “new entry” nella moda rispetto a una pelle che è stata usata per secoli. Ma negli anni l’azienda è riuscita a migliorare molto. “Quello che mi piace di più è la texture delle squame e il tocco morbido. Inoltre, il processo di tintura che usiamo è unico e sostenibile, e ha contribuito a ottenere alcune sfumature in diversi colori”, afferma il designer.

Scopri le pelli di Pirarucu presenti nella nostra library: MC 7783-01MC 7718-03.