“From Air”: un progetto che permette di creare tessuti filtrando l’aria!

Posted in ,

“From Air” è un progetto che nasce in Svezia presso l’Università di Borås partendo dall’iniziativa Smart Textiles che coinvolge anche altri istituti di ricerca.

L’obiettivo è quello di creare “tessuti del futuro”, in grado di migliorare la vita quotidiana delle persone e beneficiare l’industria, il settore sanitario e l’ambiente. Grazie a questo progetto, infatti, nel prossimo futuro sarà possibile creare fibre tessili tramite i gas serra filtrati dall’aria.

Tessuti-fatti-di-aria

L’idea fondante consiste nell’applicazione di un nuovo metodo di filtraggio del metano dall’aria; viene quindi sequestrato uno dei maggiori responsabili delle modifiche climatiche per essere impiegato nella produzione di tessuti.

smart_textiles

Se avremo successo la tecnica ha il potenziale per essere un punto di svolta nel settore tessile“, ha affermato Lena-Marie Jensen, coordinatrice del progetto “From Air”, continuando: “Oggi, la metà di tutte le fibre tessili esistenti sono sintetiche, ad esempio, il poliestere è prodotto da materie prime di origine fossile. Se siamo in grado di sostituire queste con fibre che legano i gas serra, si ottiene un doppio effetto ambientale: la riduzione dell’uso di combustibili fossili e, al tempo stesso, la diminuzione delle emissioni di gas a effetto serra“.

La possibilità di sostituire con questo genere di prodotti le fibre tradizionali (oltre la metà delle quali hanno origine fossile) avrebbe, quindi, il duplice effetto di ridurre il consumo di risorse naturali e le emissioni di gas serra.

Con oltre 450 progetti di ricerca e di business, sin dal suo inizio nel 2006, Smart Textiles non solo è riconosciuto come un motore dell’industria tessile svedese, ma è già affermata come uno dei principali attori internazionali.