GRAPHENE: una nuova dimensione dello sci

Come ogni anno, il mese di dicembre dà l’avvio alla stagione sciistica per tutti gli appassionati di sport invernali. E quest’anno, per sciatori professionisti e amatoriali, diverse aziende hanno voluto puntare su nuovi tipi di attrezzature, accessori sicuri e di design costruiti in Graphene.

graphene per sciare

Ma come? Il grafene è un materiale costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio con caratteristiche uniche: ha la resistenza meccanica del diamante e la flessibilità della plastica. Gli atomi che lo compongono sono ibridati e si dispongono a formare esagoni con angoli di 120°. Tuttavia, in presenza di imperfezioni (pentagoni o ettagoni invece degli esagoni), la struttura si deforma. Il materiale, inoltre, è più leggero del legno e del metallo, ma 300 volte più robusto dell’acciaio.

In particolare sono due le aziende che si sono concentrate sull’utilizzo di questo promettente materiale per realizzare sia sci che capi sportivi, come ad esempio le tute.

L’azienda austriaca HEAD è una di queste; ha prodotto, infatti, nuovi sci con componenti in GRAPHENE™Leggerezza, equilibrio, reattività e controllo sono le caratteristiche che un foglio di GRAPHENE™ conferisce agli sci – afferma Stefano Silvestri, Wintersports Category Manager di Head – Grazie alla nuova tecnologia contengono una minore percentuale di legno e di fibra di vetro, per aumentare gli strati di titanio che forniscono un’elevata resistenza e reattività”. In questo caso, il GRAPHENE™ dona maggiore controllo ed equilibrio, garantendo la tenuta in ogni situazione e movimento. “In base al modello di sci, al tipo di sciata e alle condizioni atmosferiche, il cristallo bidimensionale permette di regolare: la flessione, il profilo geometrico, la distribuzione del peso del prodotto per ottimizzare l’esperienza sciistica”, spiega Silvestri.

Proseguendo, una delle altre realtà aziendali che ha voluto intraprendere questa strada è COLMAR, marchio che ha voluto puntare sulla produzione di capi sportivi integrando nei propri tessuti materiali a base di grafene, sfruttando le proprietà di conduzione termica del materiale e assicurando così sempre la temperatura ideale a chi li indossa sia in inverno sia in estate.

Il progetto, è frutto di un accordo di collaborazione tra Directa Plus, startup che produce il materiale nanotech derivato dalla grafite, e Colmar. Lo smart textile con cui sono realizzati i capi di questa collezione permette di raggiungere un livello di comfort “su misura”: “Grazie a G+, il calore prodotto dal corpo umano viene infatti disperso in condizioni climatiche calde e distribuito in modo uniforme in presenza di climi freddi – spiegano le due aziende – Inoltre, i tessuti contenenti Graphene Plus hanno proprietà elettrostatiche e batteriostatiche, e sono in grado di ridurre l’attrito con l’aria e l’acqua per assicurare performance sportive ai massimi livelli”.

Dunque l’inverno e l’apertura degli impianti sciistici sono alle porte e, grazie a questo materiale tecnologico e innovativo, tutti gli sciatori possono affrontare le piste innevate in completa sicurezza. Inizia il conto alla rovescia per gli amanti della neve!