Ikea progetta il tavolo del futuro

Posted in , ,

Come cambiano nel tempo gli ambienti e le abitudini all’interno della casa? Ikea affronta questa tematica iniziando a progettare la prima cucina del futuro: Ikea Concept Kitchen 2025. Per farlo, il più grande negozio di mobili al mondo, ha effettuato una collaborazione con IDEO e con le scuole di design delle università di Lund e Eindhoven per realizzare delle ricerche di mercato in grado di esplorare le forze sociali, tecnologiche e demografiche che influenzeranno il comportamento dell’uomo nei confronti del cibo nel 2025. Il tutto è iniziato nell’agosto 2003, quando Ikea ha invitato gli studenti della Scuola di Design Industriale e il dipartimento di Design Industriale dell’Università di Tecnologia di Eindhoven presso il Ingvar Kamprad Design Center dell’Università di Lund, per rispondere a due domande: “Che cosa sarà la vita attorno al cibo nel 2025? Saremo in grado di aiutare le persone a vivere uno stile di vita più sano e più sostenibile?

Così l’azienda svedese immagina come potrà essere il tavolo del futuro e come potrà aiutare le persone in cucina. In questo modo, l’estrema semplicità delle forme – un tavolo di legno e qualche scaffale – si unisce ad un insieme complesso di funzioni integrate tra loro, puntando tutto sulla salvaguardia dell’ambiente e sul piacere della cucina. Il futuro secondo Ikea, dunque, si prospetta sempre più attento alle tecnologie intuitive per favorire un’integrazione intelligente tra elettrodomestici e gesti quotidiani.

Tra i vari progetti sviluppati da Ikea sul tema Concept Kitchen 2025, il tavolo smart “A Table For Living” è il più recente ed è caratterizzato dalla presenza di sistemi di connettività online e da una videocamera posta al di sopra del tavolo. La tavola del futuro, infatti, è progettata per fare molto di più che sedersi per mangiare: diventerà una superficie di preparazione, piano cottura, tavolo da pranzo, panca da lavoro e area giochi per bambini. La tecnologia è costituita da una fotocamera e un proiettore posizionato sopra il tavolo e le bobine di induzione sotto la superficie della tavola. Questi, collegati online, consentono al sistema di riconoscere gli oggetti e il loro movimento e di proiettare un display.

 

tavolo

 

Grazie a queste tecnologie, basterà posizionare degli ingredienti sul tavolo per vedere apparire direttamente sulla superficie del piano di lavoro dei suggerimenti su altri potenziali ingredienti da abbinare per preparare una ricetta. Il tavolo, inoltre, si integrerà direttamente con dei ricettari e sarà in grado di consigliare anche quale ricetta seguire. Ma le funzioni non finiscono qui: si potranno anche ottenere i valori nutrizionali delle diverse materie prime utilizzate insieme a suggerimenti su come pulire o preparare alimenti specifici, il tutto direttamente sul tavolo. Ma le potenzialità di questo smart table non finiscono qui, infatti funge anche da pesa, timer e cucina: le bobine a induzione nascoste si raffreddano/riscaldano istantaneamente a seconda delle esigenze. Quando la superficie non è in uso è quindi regolabile per lavorare, cucinare, mangiare o, addirittura, per ricaricare lo smartphone. Il dialogo tra telecamera e piano interattivo, dunque, trasforma tutte le attività del tavolo in un gioco, inoltre, richiede un minore impiego di stoviglie o altri accessori, sia da cucina che da lavoro.

Concept Kitchen 2025, dunque, non è una cucina funzionale, ma piuttosto “una comunicazione tangibile di ciò che i comportamenti del futuro saranno“.