In Francia la prima strada a pannelli fotovoltaici

Posted in , , , , , ,
(photo by ArchDaily)

(photo by ArchDaily)

E’ da poco stata inaugurata in Francia una strada lunga più di un chilometro costruita con pannelli fotovoltaici: l’obiettivo è quello di saper sfruttare al meglio il manto stradale ai fini del fabbisogno energetico.

Si trova sulla statale RD5, nei pressi di Tourouvre au Perche, in località Le Gué-à-Pont vicino ad un piccolo villaggio della Normandia, in Francia, ed è la prima strada a pannelli fotovoltaici del mondo.

E’ stato il ministro dell’Ambiente francese Ségolène Royal ad inaugurare il tratto ricoperto da elementi fotovoltaici aperto a Tourouvre-au-Perche, un paesino di 3.400 abitanti nel cuore della Normandia. Il percorso di 1 km, soprannominato il “Wattway” è coperto per 2.800 metri quadrati di pannelli fotovoltaici.

 È stato progettato per essere utilizzato da un massimo di 2.000 automobilisti al giorno, fornendo una media di 767 chilowattora (kWh) al giorno, abbastanza energia per alimentare tutte le luci del villaggio di 3.400 residenti. Per proteggerli dall’usura, i pannelli sono stati rivestiti con una resina contenente cinque strati di silicio. Sulla strada sono stati apposti 2.800 metri quadri di pannelli fotovoltaici, composti da piccole celle di 15 centimetri di lato, che vanno a costituire una sottile superficie in grado di trasformare l’energia solare in elettricità. Una pavimentazione innovativa e con scopi precisi pensata per garantire la stessa aderenza del classico manto stradale.

 

(photo by Forbes)

(photo by Forbes)

Il progetto, costato 5 milioni di euro, rappresenta il primo esperimento di questo tipo, ad eccezione del piccolo test condotto dalla Solar Roadways sulla Route 66, in Missouri. La strada solare, per ora limitata a una corsia, punta alla generazione di energia per l’alimentazione dell’illuminazione pubblica. “Siamo ancora in una fase sperimentale. Costruire un sito di prova di questa scala è una vera opportunità per la nostra innovazione“, ha affermato in un comunicato Jean-Charles Broizat, il direttore dei lavori, continuando: “Questo sito di prova ci ha permesso di migliorare il nostro processo di installazione di pannelli fotovoltaici, nonché la loro produzione, al fine di continuare a ottimizzare la nostra innovazione“.


La strada inizierà un periodo di prova di 2 anni, in cui sarà misurata la possibilità di adattamento della tecnologia. Due anni di test dei 2.880 pannelli fotovoltaici ricoperti da una speciale resina in grado di aumentare la resistenza e consentire il passaggio di mezzi pesanti. Infine, se i risultati del test saranno soddisfacenti, il governo francese potrebbe adottare il sistema anche in altri tratti (incluse le autostrade), per un totale di 10 mila km “solari”.