Materiali per lo Smart Living

Posted in , , , , ,

Sempre più spesso si sente parlare di “Smart Living”, ma cosa vuol dire condurre uno stile di vita intelligente e sostenibile a partire, prima di tutto, dalla propria casa?

Dai sistemi di illuminazione intelligente alla gestione dei sistemi di produzione di energia eco-sostenibile e pulita per l’ambito domestico, fino ai sistemi di programmazione smart delle azioni quotidiane; tutti ambiti strettamente legati al miglioramento della vita delle persone attraverso l’uso di tecnologie, ma anche di materiali innovativi.

Questa tematica, infatti, è stata affrontata da Material ConneXion Italia all’interno della mostra-evento “New Materials for a Smart City”, organizzata in occasione del Fuorisalone di quest’anno, nel contesto di Materials Village 2017.

mostra 2017

Il proposito della mostra era quello di portare in scena il materiale, ovvero il supporto fisico che rende possibile l’implementazione delle strategie urbanistiche per la gestione dei problemi che le Smart City si propongono di affrontare: dalla creazione di reti al benessere dei cittadini, dall’inquinamento ai costi energetici, dalla mobilità alla sicurezza, dalla pulizia urbana alla gestione dei rifiuti.
Strutturata in quattro macro-sezioni – Advanced Building, Systemic City, Smart Living e Circular Materials – l’esibizione ha presentato materiali smart con applicazioni funzionali utili al nuovo vivere urbano e domestico.

Ma entrando nel merito dello Smart Living, quali sono i materiali, i trattamenti e i semilavorati, high e low tech, che migliorano le qualità degli oggetti del nostro vivere quotidiano: dall’ambiente domestico, al lavoro, all’outdoor? Di seguito una breve rassegna.

 

1.Tessuti conduttivi per OLED

CSEM e Sefar hanno da poco sviluppato  dei tessuti conduttivi ultraleggeri dedicati all’applicazione su dispositivi di illuminazione OLED. Un metodo efficace e a basso costo per rendere più attraente la tecnologia OLED; i partner, infatti, hanno sviluppato OLED flessibili ed economici su elettrodi trasparenti di elevata conduttività costituiti da substrati di tessuto che comprendono fili metallici flessibili e fibre polimeriche, tessuti insieme a formare un polimero flessibile e altamente trasparente.

sefar sefar2

 

2. Pellicole decorative adesive

E’ Tileskin a produrre queste innovative pellicole adesive decorative pensate per rinnovare gli ambienti domestici in modo rapido e poco invasivo. Questo prodotto, infatti, richiede la semplice applicazione manuale e permette, quindi, di evitare lavori di ristrutturazione/muratura ingenti: diventa possibile fare a meno della manodopera specializzata. Inoltre, un’ampia scelta di colori, decori e fantasie assicura un rinnovamento estetico completamente personalizzato. Le pellicole sono disponibili in tre versioni: decorative, calpestabili e cattura odori, dunque, risultano interessanti per diversi campi di applicazione; dagli interni residenziali ai settori pubblici, fino al retail.

Tileskin 1

 

3. Termofresh Pelma

Termofresh Pelma è un prodotto tutto italiano: si tratta di una schiuma in poliuretano (PU), un espanso flessibile termoregolatore che si utilizza per imbottiture a 360°.

Contiene PCM (materiali a cambiamento di fase) ed ha particolari proprietà, tra cui quella di regolare le temperature e di essere completamente antimuffa/antibatterico. Le applicazioni possono essere: materassi, cuscini, calzature, arredi, abbigliamento sportivo, imballaggi e apparecchiature mediche.

Pelma1 Pelma2

 

4. Fenix

Fenix è un materiale innovativo nanotecnologico progettato da Arpa Industriale per l’interior design. Una superficie intelligente, estremamente opaca, anti-impronta, molto resistente, morbida al tatto e caratterizzata dalla riparabilità termica dei micrograffi. Il materiale è adatto a rivestimenti verticali e orizzontali ed è spesso utilizzato per la realizzazione di superfici per interni.

Fenix

5. Carta da parati antieffrazione

Questo prodotto innovativo, messo a punto da un’azienda tedesca, assicura una sicurezza a 360°. Si chiama Carbonet e non è una semplice carta da parati, ma una vera e propria superficie con speciali sensori che conferiscono al materiale la capacità di segnalare la presenza di qualsiasi tipo di breccia/rottura in muri, superfici e componenti d’arredo. Una sicurezza in più per la protezione di mobili o oggetti, ma anche una possibile precauzione per affrontare in tempo fenomeni naturali distruttivi.

carta da parati

 

6. Piastrelle naturalmente idroregolatrici

Si chiamano Ecocarat e sono piastrelle murali in ceramica capaci di regolare il grado di umidità degli ambienti. Il materiale è principalmente costituito da allofano, un’argilla naturale la cui superficie presenta un gran numero di micropori. Grazie a questi, le piastrelle regolano il livello di umidità dell’aria attuando, simultaneamente, un’azione cattura-odori. In questo modo, l’eccesso di vapore acqueo presente nella stanza può essere assorbito e in seguito rilasciato al variare del tasso di umidità dell’aria, rendendo l’ambiente più confortevole.

piastrelle