Packaging innovativo ricavato dal wasabi

Posted in , , , , , , , , ,

Il Wasabia Japonica o ravanello giapponese è una radice dalla quale si estrae una pasta verdastra tipica della cucina giapponese. Nella cultura asiatica veniva utilizzato come rimedio contro i veleni. Il Wasabi viene grattugiato, come da tradizione, con una particolare grattugia costituita da una tavoletta di legno con manico ricoperta di pelle di razza. Successivamente viene fatto essiccare e ridotto in polvere per poi essere messo in commercio sotto forma di pasta colorata. Il sapore fortemente piccante è il motivo per il quale il Wasabi si è guadagnato il soprannome di “lacrima”.

Wasabi per packaging innovativo

Fra le proprietà del wasabi, accanto alla capacità di assorbire l’acqua, figura anche un’azione batteriostatica che ostacola la proliferazione dei microrganismi e impedisce lo sviluppo di muffe sugli alimenti.

Per questo motivo il wasabi viene utilizzato come materiale naturale alternativo al gel di silice nel settore alimentare per la realizzazione di pellicole, sacchetti o emulsioni, per garantire il mantenimento della qualità e delle condizioni igieniche dei prodotti.

Il materiale sfrutta le proprietà dell’olio di senape in esso contenuto, caratterizzato da una scientificamente provata azione battericida, per prolungare i tempi di conservazione degli alimenti. Impedisce inoltre la contaminazione per via aerea della superficie dei prodotti alimentari da parte dei batteri oppure, in presenza di colonie già insediate, ne ostacola la proliferazione, evitando l’insorgere di marciumi e riducendo il rischio di avvelenamento.