Puma e MIT Design Lab insieme nel campo del Biodesign

Posted in , , , , , , , ,

 

biodesign puma mit

Images courtesy of MIT Design Lab, powered by Biorealize.

 

Il MIT Design Lab (laboratorio di ricerca  del Massachusetts Institute of Technology) e Puma Innovation hanno presentato in occasione della Milano Design Week 2018, in particolare nella cornice della mostra “Smart City: Materials, Technology & People” organizzata da Material ConneXion Italia negli spazi di Superstudio, gli ultimi risultati di ricerca nel campo del Biodesign.

Impegnati insieme, da giugno 2017, nella disciplina che utilizza materiali organici viventi per creare nuovi materiali e prodotti innovativi, PUMA e MIT Design Lab hanno esposto insieme quattro esperimenti: “Breathing Shoe”, “Deep Learning Insole”, “Carbon Eaters” e “Adaptive Packaging”.

 

biodesign puma mit

© Raffaele Vallefuoco

 

Breathing Shoe”, una scarpa “biologicamente attiva” che a seconda del calore generato da chi la indossa mette in atto una circolazione d’aria personalizzata grazie alla capacità del materiale di creare i propri canali di traspirazione per mantenere il piede sempre fresco.

“Deep Learning Insole”, un plantare di nuova generazione che migliora le prestazioni atletiche grazie ad un biofeedback in tempo reale. Il plantare utilizza i parametri vitali dei microrganismi di cui è composto per misurare nel tempo i fenomeni biochimici che indicano stati di benessere o di stress.

“Carbon Eaters”, la t-shirt micro bioattiva che risponde a fattori ambientali, cambiando il suo aspetto e rendendo visibile a chi la indossa la qualità dell’aria con cui viene a contatto.

Con “Adaptive Packaging”, invece, la ricerca si è spinta oltre, studiando la produzione di materiali biologicamente programmati per modificare la loro forma e la loro struttura e diventare nuove tipologie di packaging personalizzabile e biodegradabile.

 

biodesign puma mit

Images courtesy of MIT Design Lab, powered by Biorealize.

 

I risultati concreti ottenuti dal laboratorio di ricerca americano e dal noto brand di sportswear tedesco testimoniamo come, grazie all’impiego di microrganismi, vi siano prodotti in grado di adattarsi alle persone e all’ambiente in tempo reale andando a migliorarne le prestazioni e la sostenibilità.

I progressi fatti nel campo del biodesign e nella scienza dei materiali, infatti, permettono di creare un legame autentico tra l’ambiente e l’utente.

 

 

 

 

video credit: Bin Xu and MIT Design Lab team