Trash-2-Cash: kick-off meeting a Stoccolma

Posted in , , ,

Lo scorso 22 e 23 settembre si è tenuto il kick-off meeting di Trash-2-Cash [T2C] presso la sede di SP-Istituto Svedese di Ricerca Tecnologica, coordinatore del progetto che, ricordiamo ha un ambizioso obiettivo tecnologico (ottenere fibre rigenerate di alta qualità da rifiuti tessili per ottenere prodotti ad alto valore aggiunto), metodologico (studio e sviluppo di un nuovo approccio interdisciplinare), commerciale (sfruttamento commerciale dei risultati tecnologici in prodotti ad alto valore aggiunto).

kik off meeting

Il nuovo progetto, che ha il supporto dell’UE, vede MCI coinvolta come partner co-responsabile della gestione del progetto, garante dell’approccio interdisciplinare e facilitatore del dialogo tra i vari ambiti di competenze: design, manufacturing, R&D.

Il consorzio comprende 18 partner provenienti da diverse paesi UE. L’iniziativa presenta diversi elementi che la rendono unica ed eccezionale: l’inedito ruolo del design che ha il compito di alimentare la ricerca e lo sviluppo tecnologico per caratterizzare le fibre rigenerate (Poliestere e Cellulosa), la presenza di diverse competenze e prospettive (aziende utilizzatrici finali, come la finlandese Reima – abbigliamento per bambini outdoor –  o la spagnola Maier – componenti per l’automotive), la specifica interdisciplinarità e  il relativo trasferimento di conoscenze.  Aspetto sfidante di questa impresa: i designer sono abituati a ragionare con il materiale in mano al fine di trovare un’applicazione innovativa, in questo caso il materiale è ancora da sviluppare e oltre a delle prime schede tecniche e piccoli campioni da laboratorio non c’è niente di tangibile da esplorare.

La sfida principale di questo progetto sarà quindi ottenere dagli sviluppatori del materiale informazioni sufficienti e utili per far lavorare i designer, cosicché possano fornire a loro volta indicazioni agli stessi sviluppatori.