Winter Wood

 

Dal 5 Aprile, all’interno della mostra-evento “Smart City: People, Technology and Materials”, ideata e organizzata da Material ConneXion Italia in collaborazione con Amundi, curata da Giulio Ceppi e patrocinata da Comune di Milano, Regione LombardiaCamera di commercio di Milano Monza Brianza, sarà visibile l’installazione Winter Wood. Un’installazione creata con filato di canapa e cotone, spoletta da frivolité dall’artista Barbara Uccelli.

L’artista usa un’antica tecnica di ricamo per realizzare delicatissimi alberelli di filo con migliaia di foglioline che si rincorrono per i rami come cristalli di neve sospesa. La sequenzialità degli alberi disposti tutti intorno alla seduta, la avvolgono e la racchiudono, formando per lo spettatore che andrà a prendere posto al suo centro, un involucro fantastico e immaginifico.
Design e arte creano così una simbiosi empatica tra la seduta composta e statica e l’ambiente sognante e avvolgente: un altro punto di vista, che si aggiunge, in modo quasi mistico, ai 6 trampoli.

La seduta nell’installazione è prodotta da Kindof, azienda svizzera che ha voluto realizzare, grazie alla visione di Barbara Uccelli, un’interpretazione anche artistica del loro prodotto, promossa dal nuovo direttore artistico Giulio Ceppi.

La pavimentazione dell’installazione è stata realizzata con ghiaia bianca e materiale plastico macinato, uno scarto risultante da processi di stampaggio di resina acetalica (POM). Questo materiale è stato fornito da IMP Spa, azienda lombarda con oltre quarant’anni di esperienza nella progettazione e costruzione di stampi per la lavorazione di resine termoplastiche e termoindurenti, e inoltre per la produzione di componenti ad alta precisione. Il loro materiale di scarto macinato, che ad oggi non può essere reimmesso nel ciclo produttivo, ha catturato l’attenzione dell’artista Barbara Uccelli e ha trovato così un primo utilizzo al di fuori dal proprio contesto applicativo. Un timido tentativo, tuttavia una dimostrazione utile a stimolare le menti e indicare una possibile strada nel riutilizzo di materiali  finora considerati rifiuti.

 

 

Biografia artista:

Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione, Barbara Uccelli inizia un percorso di formazione artistica specializzandosi nella regia teatrale e nella coreografia.
Approda al mondo dell’arte dopo studi personali orientati alla contaminazione tra diverse forme di espressività. Inizia così una ricerca centrata non più sul mezzo espressivo ma sul risultato, i cui principali elementi di analisi sono la materia, il concetto e lo spazio. Tematiche quali il femmineo, la sostenibilità ambientale e sociale, lo studio dei luoghi e il recupero delle tradizioni, diventano strumenti di ispirazione dai quali  hanno origine tutti i suoi lavori.  L‘indagine documentale, sviluppata  attraverso la lettura di libri e l’ascolto di racconti orali, nel suo evolversi genera la creazione di in un’opera d’arte statica (fotografia o scultura) o dinamica (performance, video, installazione) e prosegue  continuando ad esplorare nuovi approcci artistici. Ha realizzato mostre personali e collettive in spazi privati e pubblici, in Italia e all’estero.  Attualmente vive e lavora a Milano.

http://www.barbarauccelli.com/

Sponso tecnico: IMP Spa
Thanks to: Derya Ersan, Bahar Hami